NutriLetter#12 – Probiotici in vacanza

Miei cari lettori,
spero la vostra estate stia proseguendo nel migliore dei modi, anche per il vostro intestino.
Lo sapevate che la stagione estiva è infatti la più critica per il microbiota?
Temperature più calde, viaggi più frequenti e cambiamenti in termini di orari dei pasti, qualità del sonno e allenamenti svolti mettono infatti a dura prova le migliaia di popolazioni probiotiche che colonizzano ciascun tratto dei nostri apparati digerente e urogenitale.
 
Per questo motivo alcuni di voi diventano più stitici, altri soffrono di reflusso o gonfiore addominale, altri ancora combattono contro candidosi o cistiti. 
Non è un caso, bensì una richiesta di attenzione da parte della nostra flora batterica.
 
È però sufficiente prendere un integratore qualsiasi di fermenti lattici per prevenire o risolvere questi fastidi? Può essere utile, ma non basta arraffare il primo prodotto che capita né tantomeno quello in promozione in farmacia.
Anzi, diffidate dai prodotti più reclamizzati.

TIP#1 – A ciascuno il proprio probiotico
Ogni intestino ha le proprie esigenze.
È per questo che la supplementazione di probiotici deve essere necessariamente mirata, altrimenti si rischia di non trarne alcun beneficio ed in alcuni casi ottenere perfino un peggioramento del sintomo.

Vi faccio qualche esempio e a fine articolo inserisco un box con i miei probiotici di riferimento:

  1. arriva un’inattesa dissenteria: i fermenti più adatti sono quelli a base di Saccharomices Boulardii, ma se si tratta di diarrea virale è necessario ricorrere a specifici ceppi di Bifidobatteri (Longum e Lactis) e Lattobacilli (Fermentum e Reuteri)
  2. diventate stitici: l’integratore in questo caso deve contenere sia Lattobacilli (Acidophilus, Casei e Rhamnosus) sia Bifidobatteri (Bifidum, Breve) e spesso da solo non è sufficiente, ma ciò non significa che dobbiate ricorrere ai lassativi – cosa da evitare il più possibile. Vi consiglio piuttosto di affiancare al probiotico un integratore che aiuti ad ammorbidire le feci: il mio preferito è l’olio di lino, ma sono validi anche magnesio, FOS, inulina e psillio (cuticola, non semi). Attenzione a prendere “erbe” qualsiasi
  3. il vostro incubo è il gonfiore: oltre ai già citati e validi Lactobacillus Acidophilus e Bifidobacterium Bifidum cercate un integratore contenente Lactobacillus Salivarius e/o il Lactobacillus Plantarum
  4. non riuscite a liberarvi della candida: prima di tutto smettete di assumere qualsiasi fonte di zucchero, frutta inclusa. In questi casi è necessario supplementare sia Saccharomices Boulardii sia specifici ceppi di Lattobacilli(Acidophilus, Rhamnosus, Plantarum e Fermentum)

Non solo fermenti. 
Ricordate inoltre che in estate il fabbisogno idrico dell’organismo può aumentare fino al 30%. Abbiate dunque cura di assumere più acqua (almeno 2-2,5 litri/giorno) – stando alla larga da succhi di frutta, the freddo e qualsiasi bevanda apparentemente dissetante ma in realtà ricca di zuccheri. 
Fate movimento e non dimenticate l’esistenza della verdura cotta, che nella maggior parte dei casi favorisce la regolarità intestinale senza irritare e causare crampi e gonfiori come spesso accade mangiando insalate e pomodori ogni santo giorno.

TIP#2 – Insidie dal mondo vegetale
Chi ama la frutta in estate rischia di mangiarne davvero troppa, sia dopo i pasti sia per fare merenda. È così che si può arrivare a mangiarne 1 kg senza rendersene conto.
Provate a pesarla per un giorno: bastano un paio di pesche, una fetta di cocomero e un grappolo d’uva e siete già oltre.

Vi esorto dunque a darvi un limite giornaliero, limitando le macedonie e i pranzi a base di anguria o melone. Ricordate che la frutta contiene sì vitamine, minerali e fibra, ma anche tanti zuccheri. Non riesco a darvi grammature specifiche, la porzione può essere più generosa se fate sport e se non mangiate dolci o gelati nello stesso pasto, ma in generale non superate i 400-500 g al giorno.
Aumentate piuttosto l’assunzione di verdure e ortaggi, crudi e cotti.

Se siete amanti dell’anguria ma anche una fettina vi fa gonfiare come un palloncino il consiglio è di mangiarla subito prima del pasto e di aggiungere sempre qualche goccia di succo di limone.

Sono i cetrioli e i pomodori a darvi fastidio? Mangiateli privandoli dei semi e spruzzandovi sopra un pizzico di sale integrale.
Questi semplici accorgimenti vi aiuteranno.

Vi lascio con alcuni annunci:

  • a seguito delle vostre richieste condivido i Videocorsi dei miei ultimi webinar. Dopo il workshop sul Digiuno Intermittente è stata la volta di Alimentare la Consapevolezza e Mind the Gut
  • da Settembre lo Studio EFP diventa Centro Anima e si trasferisce da c.so Vercelli a c.so Magenta 83
  • per monitorare la composizione corporea potete prenotare un test bioimpedenziometrico presso il Centro Medico Euriclea (p.le Libia 7, Milano – 0254118529). Il costo è di 30 euro.
  • dal prossimo 21 Settembre tornerò a ricevere a Roma, con una importante novità: a seguito della chiusura dello Studio Via di Pietra riceverò presso il centro The Plexus (via Arenula 53). Ringrazio di cuore Maria Teresa e lo Studio Via di Pietra per i bellissimi anni di collaborazione. È stato il primo studio in cui ho lavorato post-Dottorato e conserverò moltissimi bei ricordi.

Per oggi è tutto, auguro a chi sta per andare in ferie di poter rigenerare mente e corpo, raccomandandovi di fare attività fisica, respirare, curare la qualità del riposo notturno e naturalmente la vostra alimentazione.
Anche in vacanza si può, con qualche legittimo sgarro in più 🙂
 
In health,
Wanda

BOX Probiotici (numeri riferiti ai punti del TIP#1):

  1. AxiBoulardii (Pegaso) e Rotanelle Plus (Bromatech)
  2. Fermenti Lattici Migliora (Fitosofia) e Perle di Lino (Fitosofia) – codice sconto 10% su www.Fitosofia.com DssaWandaRizza
  3. Axidophilus (Pegaso) e Adomelle (Bromatech)
  4. AxiBoulardii (Pegaso)Lapacho (Fitosofia) e Femelle (Bromatech)

fermenti, gonfiore, probiotici

Logo Wanda Rizza
Marchi e loghi esterni appartengono ai legittimi proprietari e Wanda Rizza non è affiliata o certificata dalle rispettive società.
Per presunte violazioni del copyright in merito a elementi grafici o testuali e richiederne la rimozione invia un messaggio attraverso il il Form Contatti.